LINGUE

italianoa1

       

CORSO COMUNICATIVO D’ITALIANO

LIVELLO A1

 

 

DESCRITTORI

http://alvarinyh.blogspot.es/1295467129/

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

 

……… Unità 1/9 ………

 

 

U N I T    1

 

 

TEMA:

 

 

PRESENTAZIONE, CHI SEI

 

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà a salutare e congedarsi in modo appropriato e informarsi sullo stato d’animo di una persona e inoltre anche a presentare se stesso e altre persone.

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

COME SI SALUTA IN ITALIANO

Come si saluta in italiano?

Incontri

Congedarsi

Ciao

 Buongiorno

 Buonasera

 Salve

Arrivederci

 A dopo

 A domani

 A presto

 

ASCOLTO: L’ALFABETO - esercizi di pronunciazione.

http://www.cyberitalian.com/sp/html/alphabet.html

VIDEO: L’ALFABETO

http://www.youtube.com/watch?v=uzUtbVmdhys

VIDEO: I SALUTI - Salve

http://www.youtube.com/watch?v=QurMuJmKtlU&feature=fvwk

 

VIDEO: COME STAI?

Bene

Benissimo           

Cos ì così

Male

Malissimo

http://www.youtube.com/watch?v=K0zdRKMzgqg&feature=related

 

 

ASCOLTO: IN TRENO

 

IN TRENO – Salutare/Presentarsi

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-1.htm

Manuela: Ciao Giorgia, come stai?
Giorgia: Bene, grazie! E tu?
Manuela: Anch' io! Oh, ciao Veronica! Che piacere vederti! Dove vai?
Veronica: Ciao Manuela! Io vado a Milano. E tu?
Manuela: Anch' io vado a Milano.
Veronica: Lei è una tua amica?
Manuela: Sì, studiamo insieme all'università.
Veronica: Piacere, io sono Veronica! E tu come ti chiami?
Giorgia: Piacere, io mi chiamo Giorgia. Di dove sei?
Veronica: Io sono di Cagliari, e tu?
Giorgia: Io sono di Sassari ma studio a Cagliari. E tu che cosa fai?
Veronica: Anch'io sono una studentessa. Quanti anni hai?
Giorgia: 20. E tu?
Veronica: Io ho 21 anni.

 

VIDEO: PRESENATRSI

http://www.youtube.com/user/italianpod101#p/a/u/1/wg3v35MHZSE

VIDEO:  CIAO, COME TI CHIAMI?

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-1.htm

 

VOCABOLARIO

 

ASCOLTO:  I NUMERI CARDINALI e ORDINALI - ascolta la pronuncia

http://www.oneworlditaliano.com/grammatica-italiana/numeri-italiani.htm

VIDEO: IL CORPO

http://www.youtube.com/watch?v=MvSAyBn-0NU&feature=channel

LE PARTI DEL CORPO

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/ibody.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

 L A C O L A Z I O N E  I T A L I A N A

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

 

 

La colazione è un momento importante nella giornata degli italiani. Molte persone sono solite fare colazione al bar con cappuccino e pasta. Ma non tutti i cappuccini sono buoni e non tutte le paste sono fresche: è necessario trovare sempre una qualità ottimale per i prodotti che scegliamo. Dobbiamo osservare con attenzione alcuni elementi. Quando entriamo in bar è importante fare attenzione a ciò che vediamo: tutto deve essere pulito e ordinato. Sul bancone non devono esserci tazze sporche, caffè sparso, bottiglie, cartoni di latte aperti o contenitori di vario tipo. È fondamentale che il latte venga conservato dentro il frigorifero: se lo vediamo fuori non possiamo sapere da quanto tempo si trovi lì, se sia fresco e si sia stato utilizzato più volte. Le tazzine devono stare sopra la macchina del caffè affinché siano calde nel momento in cui il barista le prenderà per preparare un caffè. Il cappuccino si serve senza aggiunte o varianti. Il cacao, ad esempio, può essere utilizzato solo nel caso in cui il cliente acconsenta a spruzzarlo in cima.

Anche le paste sono fondamentali per garantire una qualità ottimale della colazione. Il bar ideale è quello che si rifornisce presso una pasticceria. Se fosse necessario il cliente può chiedere di poter scaldare leggermente la pasta in un fornetto elettrico. Attenzione: il micro onde è una spia di scarsa attenzione alla qualità, poiché il calore eccessivo prodotto da questo forno rovina la consistenza e il sapore della pasta.

 

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1. Cosa si può dedurre dalla frase “La colazione è un momento importante nella giornata degli italiani”, linea 1?

2. Perchè è importante fare attenzione a ciò che vediamo quando entriamo in bar?

3. Cosa può capitare se il latte non è conservato dentro il frigorifero?

4. Dove devono stare le tazzine del caffè e perchè?

5. Come rende la pasta l’eccessivo calore del forno micro onde?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

 

ASCOLTO/ESERCIZI: C’È e CI SONO

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson06/lesson6-page1.html

 

1.15. CONIUGAZIONE DI ESSERE, AVERE, CHIAMARSI:

 

ESSERE

AVERE

CHIAMARSI

 Io sono

Tu sei

Lui/Lei  è

Noi siamo

Voi siete

Loro sono

Io ho

Tu hai

Lui/Lei ha

Noi abbiamo

Voi avete

Loro hanno

Io mi chiamo

Tu ti chiami

Lui/Lei si chiama

Noi ci chiamiamo

Voi vi chiamate

Loro si chiamano

 

VIDEO: Frasi con il verbo AVERE

http://www.youtube.com/watch?v=1mIKJrpCN2M&feature=mfu_in_order&list=UL

VIDEO: I saluti - come stai, giorni della settimana

http://www.youtube.com/watch?v=xJpF5WQ8O44&feature=related

VIDEO: Pratica ascolto verbi (guardare, leggere, dormire, fare, andare)

http://www.youtube.com/watch?v=N8L3qx4UTBY&feature=related

VIDEOTUTORIAL: L’Alfabeto

Guarda il videotutorial

 

 

ATTIVITÂ

 

Qui tu puoi praticare ciò che hai appena imparato.

Registra nella BITACORA le attività realizzate

 

VIDEO:  I SUONI DI “C”

http://www.youtube.com/watch?v=5KI71koh3Es&feature=related

VIDEO: I SUONI DI “G”

http://www.youtube.com/watch?v=gbV1qavFtR8&feature=related

VIDEO: L’ALFABETO

http://www.youtube.com/watch?v=gbV1qavFtR8&feature=related

L’ALFABETO

http://www.youtube.com/watch?v=NrIIwfUS9X4&feature=channel

L’ALFABETO

http://www.youtube.com/watch?v=HO95aDZFw7o&feature=related

L’ALFABETO E VOCABOLARIO

http://www.youtube.com/watch?v=U_oaEYGb7KY&feature=related

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

VIDEO: BUONGIORNO, MI CHIAMO..

http://www.youtube.com/watch?v=K0zdRKMzgqg&feature=related

I COLORI

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson01/lesson1-page4.html

PARTI DEL CORPO

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/154.html

PARTI DEL CORPO

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/154.html

PARTI DEL CORPO: L’impiccato (el ahorcadiito)

http://www.saberitaliano.com.ar/juegos/hangman/10.html

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

Metti alla prova quello che hai imparato in questa prima lezione.

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-1.aspx

 

VIDEOTUTORIAL

 

LE SILLABE ITALIANE: In questo video viene spiegato che cosa sono le sillabe, vengono descritti i differenti tipi di sillabe e la forma corretta di suddividere le parole in sillabe.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/las-silabas-italianas.html

 

 

 

……… Unità 2/9 ………

 

 

 

 U N I T    2

 

TEMA:

 

 

ORDINARE QUALCOSA DA MANGIARE

 

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà a parlare su i cibi e le vebande e anche a ordinare qualcosa da mangiare in modo appropriato.

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

 ASCOLTO

 

Ordinare qualcosa da mangiare

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-2.htm

 

ALLA STAZIONE

Giorgia: Io vorrei qualcosa da mangiare. E voi?
Manuela e Veronica: Si, anche noi! Andiamo in quel ristorante vicino!

AL RISTORANTE

Giorgia: Buongiorno, io vorrei un piatto di spaghetti, grazie.
Cameriere: Vorrebbe altro?
Giorgia: No, grazie.
Manuela: Anche io vorrei un piatto di spaghetti. con il pomodoro fresco.
Veronica: Per me una bistecca con insalata.
Cameriere: Qualcosa da bere?
Giorgia: 3 bottiglie di acqua naturale, grazie!

...

Veronica: Scusi, potrebbe portarci il conto?
Cameriere: Voilà! In tutto 30 euro!
Giorgia:
Grazie e arrivederci!
Cameriere: Arrivederci!

 

 

VIDEO: AL RISTORANTE – Abbiamo mangiato

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-24.htm

 

VOCABOLARIO

VIDEO: IL CIBO http://www.youtube.com/watch?v=ZFeP_iGV5TU

Il cibo

La comida

La pasta

La pasta

La pizza

La pizza

La carne

La carne

L’insalata

La ensalada

Le verdure

Las verduras

Le uova

Los huevos

La pancetta

La tocineta

Il pane

El pan

I dolci

El postre

La torta

La torta

I pasticcini

Los pastels

Il salame

El salami

Il prosciutto cotto

El jamón

Il prosciutto crudo

El jamón serrano

Il formaggio   

El queso

VIDEO: LA CUCINA

http://www.youtube.com/watch?v=A13RsNJneR4&feature=list_related&playnext=1&list=SP39E9F0B123F4AA8A

VIDEO: I CONTRARI (Pulito ≠ Sporco)

http://www.youtube.com/watch?v=j-Kx-BDA3mc&feature=related

 I CIBI

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/ifood.html

 

C O M P R E N S I O N E D I L E T T U R A

 

Leggi il seguente brano e rispondi alle domande.

LA PASTA

La pasta è la regina della cucina italiana. C’è chi la mangia tutti i giorni, anche due volte al giorno, i ristoranti le dedicano al meno una pagina del menù, è presente in ogni mensa e devo dire che finora ho conosciuto solo un paio di persone a cui non piaceva, anche se io affermavo mentre mangiavo un abbondante piatto di spaghetti.

È un alimento antichissimo, le cui origini sono incerte (alcuni dicono che fu Marco Polo a portarla in Italia dalla Cina, altri che fu invento siciliano), complete, facile da preparare, economico e che lascia molto spazio alla fantasia. Infatti per contrastare la monotonia del suo consumo quotidiano, si può innanzi tutto scegliere tra pasta secca o fresca, bianca o integrale e tra numerosissimi formati. 

Poi ci sono le ricette, quelle classiche, come la carbonara, e quelle meno classiche; sono così tante, che i libri di cucina dedicati alla pasta sono tra i più voluminosi. Per non parlare delle ricette estemporanee, quelle personali, che molti italiani ripetono da anni credendole uniche ed originali fin quando un amico non li invita a provare una squisita ricetta di “sua” invenzione.

La pasta si lega a molte situazioni rituali, come il piccolo assaggio di spaghetti alle acciughe che, in alcune zone del Sud, apre il cenone di Natale, o altri che sono piuttosto abitudini familiari. Io, personalmente, quando penso alla domenica sento il profumo del ragù di carne che cuoce lento, aspettando di finire sul grande vassoio degli gnocchi preparati uno ad uno dalla mamma.

 

DOMANDE DI COMPRENSIONE

 

1. Cosa si può dedurre dalla frase “la pasta è la regina della cucina italiana”, linea 1?

2. Cosa significa la frase “è presente in ogni mensa”, linea 3?

3. Perchè si dice che le origini della pasta sono incerte?

4. Cosa si può inferire dalla frase “i libri di cucina dedicati alla pasta sono tra i più voluminosi”, linea 13?

5. Cosa apre il cenone di Natale in alcune zone del Sud?

 

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

Osserva la coniugazione completa dei seguenti verbi al PRESENTE:

I verbi irregolari come essere, avere, volere e fare sono molto usati.

ESSERE

AVERE

VOLERE

FARE

Io sono

Tu sei

Lui/Lei è

Noi siamo

Voi siete

Loro sono

Io ho

Tu hai

Lui /Lei ha

Noi abbiamo

Voi avete

Loro hanno

Io voglio

Tu vuoi

Lui/Lei vuole

Noi vogliamo

Voi volete

Loro vogliono

Io faccio

Tu fai

Lui/Lei fa

Noi facciamo

Voi fate

Loro fanno

 

I verbi bere, aiutare e mangiare.

BERE

AIUTARE

MANGIARE

Io bevo

Tu bevi

Lui /Lei beve

Noi beviamo

Voi bevete

Loro bevono

Io aiuto

Tu aiuti

Lui /Lei aiuta

Noi aiutiamo

Voi aiutate

Loro aiutano

Io mangio

Tu mangi

Lui/Lei mangia

Noi mangiamo

Voi mangiate

Loro mangiano

 

Così si formano il plurale dei sostantivi:

Maschile

Femminile

libro - libri

coltello - coltelli

albero - alberi

matita - matite

strada - strade

casa - case

 

 

VIDEOTUTORIAL: LE CONSONANTI DOPPIE

Guarda il videotutorial

 

 

ATTIVITÂ

 

 Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

 Registra nella BITACORA le attività realizzate

 

VIDEO: CINZIA A NAPOLI IN PIZZERIA

http://www.youtube.com/user/italianpod101#p/u/3/pkApvc-djNw

VIDEO: A TAVOLA

http://www.youtube.com/watch?v=ifiNglpKoHE&feature=related

VIDEO: AL RISTORANTE

http://www.youtube.com/watch?v=YOQU3HWa3LA

VIDEO: Un caffé ristretto per favore

http://www.youtube.com/watch?v=WaUVIEKtlfE&feature=related

I CIBI

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/157.htmlhttp://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/257.html

PRONOMI PERSONALI SOGGETTO

 http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-personal-subject-pronouns.aspx

ARTICOLI DETERMINATIVI

      http://www.initalia.rai.it/esercizi.asp?contId=6&exId=53

     ESERCIZI: ARTICOLI DETERMINATIVI.

ARTICOLI DETERMINATIVI/INDETERMINATIVI

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-definite-indefinite-articles.aspx

PLURALE DE I NOMI/AGGETTIVI IN -co/-ca –

ESPRIMERE SENSAZIONI FISICHE ED EMOTIVE

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-course/exercises-italian-course/exercise-italian-course-14-b.aspx

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

ESERCIZI:: IL VERBO AVERE

      ESERCIZI: IL ERBO ESSERE

      ESERCIZI: VOLERE, POTERE, SAPERE..

ESERCIZI: DIVERSI VERBI AL PRESENTE

CONIUGAZIONE IN  -ARE

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-exercises-verbs/italian-exercises-first-conjugation-verbs-are.aspx

CONIUGAZIONE IN  –ERE

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-exercises-verbs/italian-exercises-second-conjugation-verbs-ere.aspx

CONIUGAZIONE IN -IRE

 http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-exercises-verbs/italian-exercises-third-conjugation-verbs-ire.aspx

ARTICOLI DETERMINATIVI/ PRIMA CONIUGAZIONE

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-course/exercises-italian-course/exercise-italian-course-3.aspx

ARTICOLI DETERMINATIVI/ VERBO ESSERE

http://www.initalia.rai.it/esercizi.asp?contId=6&exId=54

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-course/exercises-italian-course/exercise-italian-course-2.aspx

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

 

Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-2.aspx

 

VIDEOTUTORIAL

 

L’ACCENTO: In questo video parla dei differenti tipi di accento che esistono nell’italiano e del loro utilizzo. Viene spiegato cosa sono gli accenti tonici e fonici e le parole tronche, sdrucciole e bisdrucciole.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/el-uso-del-acento.html

 

 

 

……… Unità 3/9 ………

 

 U N I T    3

 

 

TEMA:

 

 

 

 

COSA TI PIACE FARE NEL TEMPO LIBERO?

 

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà diverse forme utilizzate per parlare sugli sport e esprimere in modo appropriato la propria opinione su le attività che gli piace fare nel suo tempo libero.

 

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

 ASCOLTO

 

Tempo Libero

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-3.htm

 

TEMPO LIBERO

Giorgia: Veronica, cosa fai nel tempo libero?
Veronica: Io amo leggere e disegnare.
Giorgia: Anche io leggo molti libri, ma preferisco fare sport. Manuela, a te cosa piace fare nel tempo libero?
Manuela: Io preferisco guardare un film con le amiche o cucinare.

 

 

VIDEO: COSA FAI NEL TEMPO LIBERO?

Mi piace… guardare la televisione, fare sport

http://www.youtube.com/watch?v=gbV1qavFtR8&feature=related

 

VIDEO: MI PIACE, NON MI PIACE

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-10.htm

 

VOCABOLARIO

 

VIDEO: AL PARCO

http://www.youtube.com/watch?v=ysOCfRxJnBg&feature=mfu_in_order&list=UL

VIDEO: L’ESTATE

http://www.youtube.com/watch?v=OyB-aLv_oYk&feature=related

VIDEO: SPORT

http://www.youtube.com/watch?v=nqOx-3AA8oM

LO SPORT

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/isports.html

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente brano e rispondi alle domande.

SPORT AMICO DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE

Lo sport è un elemento fondamentale per il sano sviluppo dei bambini, tanto da esser stato riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale.

Secondo l'art. 31 della Convenzione sui diritti dell'infanzia, "Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica [...]".
 
Sebbene in tale articolo non venga citato lo sport, la dottrina ha specificato successivamente che le parole riposo, svago, gioco e attività ricreative, benché sembrino apparentemente sinonimi, implicano differenze sostanziali.

Riposo sottintende la necessità di rilassarsi mentalmente e fisicamente, nonché di dormire.

Svago è un termine dal significato più ampio, che fa riferimento al tempo libero ed alla libertà di fare ciò che uno più desidera.

Attività ricreative abbraccia la vasta gamma di azioni svolte per libera scelta, il cui scopo è il piacere e il divertimento: lo sport, le arti creative, i passatempi di carattere scientifico, tecnico, artigianale, agricolo.

Gioco include tutte le attività dei bambini che non sono controllate dagli adulti e che non richiedono il rispetto di regole precise.

Anche in Italia l'UNICEF si impegna a promuovere una vita sana - fondata sulla salute fisica, mentale e psicologica - dei bambini e degli adolescenti, grazie a sport, svago e attività ricreative
.

Lo sport fa bene, e non solo al fisico...

 L'attività fisica regolare apporta innumerevoli benefici al corpo e alla mente:

·         irrobustisce il fisico e ne previene le malattie

·         sviluppa e aiuta a mantenere sano l'apparato osseo

·         aiuta a controllare il peso corporeo

·         aiuta a ridurre il grasso e la pressione sanguigna

·         riduce lo stress, l'ansia, la depressione e la sensazione di solitudine

·         prepara i bambini all'apprendimento futuro

·         migliora il rendimento scolastico

·         aiuta a controllare vari rischi comportamentali, come l'uso di tabacco, droghe o di altre sostanze, le abitudini alimentari scorrette, il ricorso alla violenza.

Attraverso lo sport, il divertimento e il gioco i bambini e gli adolescenti imparano alcuni dei valori più importanti della vita.

Come dichiarato dal Direttore esecutivo dell'UNICEF Ann Veneman, l'attività fisica promuove non violenza, tolleranza e pace.

Lo sport insegna importanti valori quali amicizia, solidarietà, lealtà, lavoro di squadra, autodisciplina, autostima, fiducia in sé e negli altri, rispetto degli altri, modestia, comunicazione, leadership, capacità di affrontare i problemi, ma anche interdipendenza. Tutti principi, questi, alla base dello sviluppo.

Oltre ad avere un ruolo fondamentale nel trasformare i bambini in adulti responsabili e premurosi, lo sport riunisce i giovani, li aiuta ad affrontare le sfide quotidiane e a superare le differenze culturali, linguistiche, religiose, sociali, ideologiche.

Lo sport è un linguaggio universale in grado di colmare i divari e di promuovere i valori fondamentali indispensabili per una pace duratura. 
 
È un mezzo straordinario per allentare la tensione e favorire il dialogo
 
Sul campo di gioco le differenze culturali e le priorità politiche scompaiono.
 
I bambini che praticano sport capiscono che si può interagire senza coercizione o sfruttamento.

 

 DOMANDE DI COMPRENSIONE

1. Secondo la tua opinione, quali sono i tre benefici al corpo e alla mente più importanti dell’attività fisica regolare?

2. In Italia l'UNICEF si impegna a promuovere una vita sana fondata su che cosa?

3. Cosa significa la frase “lo sport è un linguaggio universale”, linea 50?

4. Spiega con le tue proprie parole la frase latina “mens sana in corpore sano”.

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

 

 AVVERBI DI FREQUENZA:

Per riferirti alla frequenza, utilizzi:

Leggo molto spesso.

Faccio sport ogni tanto.

Raramente cucino.

 

VIDEO: NEL TEMPO LIBERO

Leggo spesso.

Dormo sempre.

Non cucino mai.

Guardo la TV ogni tanto.

Ascolto sempre la musica.

Suono spesso la chitarra.

Non lavo mai i piatti.

Vado spesso al cinema.

Non faccio mai i compiti.

Faccio le pulizie ogni tanto.

http://www.youtube.com/watch?v=gzd3EGVOL-U&feature=related

Osserva la coniugazione al presente dei seguenti verbi in- ARE:

GIOCARE

LAVORARE

PARLARE

Io gioco

Tu giochi

Lui/Lei gioca

Noi giochiamo

Voi giocate

Loro giocano

Io lavoro

Tu lavori

Lui/Lei lavora

Noi lavoriamo

Voi lavorate

Loro lavorano

Io parlo

Tu parli

Lui /Lei parla

Noi parliamo

Voi parlate

Loro parlano

STUDIARE

VIAGGIARE

MANGIARE

Io studio

Tu studi

Lui/Lei studia

Noi studiamo

Voi studiate

Loro studiano

Io viaggio

Tu viaggi

Lui/Lei viaggia

Noi viaggiamo

Voi viaggiate

Loro viaggiano

Io mangio

Tu mangi

Egli mangia

Noi mangiamo

Voi mangiate

Loro mangiano

 

 

 VIDEO TUTORIAL

I SUONI DELLLA LINGUA ITALIANA

guarda il videotutorial



A T T I V I T Â

 

 Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

 Registra nella BITACORA le attività realizzate

VIDEO 1: SPORT

a)Guarda il video, b)Ascolta e scrivi le frasi che ascolti, c)Controlla lo scritto.

http://www.youtube.com/watch?v=nqOx-3AA8oM

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

VIDEO 2: SPORT

a)Guarda il video, b)Ascolta e scrivi le frasi che ascolti, c)Controlla lo scritto

http://www.youtube.com/watch?v=4WG4qGBr-_M

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

VALUTAZIONE

 

Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-3.aspx

VIDEOTUTORIAL

 

 USO DELL’ELISIONE: In questo video si vede che cos’è l’elisione, si analizzano i differenti casi in cui è obbligatoria e quando invece è facoltativa e quindi possiamo decidere se utilizzarla oppure no.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/la-elision-y-el-apostrofe.html

 

 

……… Unità 4/9 ………

 

 U N I T    4

 

TEMA:

 

 

 

LA FAMIGLIA e LE PROFESSIONI

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà i nomi dei principali campi della vita quotidiana come la famiglia e diverse espressioni appropriate per parlare del lavoro, i mestieri, e le professioni.

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

ASOLTO: LA FAMIGLIA

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson05/lesson5-page1.html

VIDEO: CHE BELLA FAMIGLIA

http://www.youtube.com/watch?v=Eal7PuoOQvE&feature=related

 

 ASCOLTO

 

CHIACCHIERE

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-4.htm

 

Giorgia: Veronica, tu hai dei fratelli?
Veronica: Sì, ho un fratello e una sorella. E tu?
Giorgia: Io sono figlia unica, come Manuela.
Manuela: Già, purtroppo non ho fratelli, ma ho tanti parenti! Molti di loro vivono e lavorano all'estero.
Veronica: Davvero? Hai degli zii e dei cugini all'estero?
Manuela: Sì, ho delle zie ed i nonni materni che vivono in Francia. Mio nonno è medico e mia nonna casalinga.
Giorgia: Io invece ho una cugina che studia negli Stati Uniti.

 

VIDEO: LA FAMIGLIA

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-18.htm

 

VOCABOLARIO

 

VIDEO 1: LA MIA FAMIGLIA

http://www.youtube.com/watch?v=P9GnPItmZDg

VIDEO 2: QUESTA È LA MIA FAMIGLIA

http://www.youtube.com/watch?v=L8vnwfme8w4

VIDEO: LE PROFESSIONI (dottore, cuoco)

http://www.youtube.com/watch?v=aGqBK6hpOxY&feature=channel

 LE PROFESSIONI

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/iprofessions.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

 LA FAMIGLIA ITALIANA

La struttura della famiglia degli ultimi trenta anni è molto diversa dal modello tradizionale della famiglia italiana. La famiglia moderna è composta dai genitori ed uno o due figli (raramente, almeno al Centro- e Nord-Italia, più di due), ed entrambi i genitori generalmente lavorano fuori casa.

La famiglia tradizionale, agricola e patriarcale, era invece molto numerosa e riuniva genitori, figli e nipoti sotto uno stesso tetto: era formata, insomma, da quelle che oggi sarebbero considerate più famiglie differenti. Gli uomini lavoravano, mentre le donne si occupavano della casa e dell'educazione dei figli.

La trasformazione della famiglia, causata dalla conversione dell'Italia da un paese prevalentemente agricolo ad uno industriale, non ha, tuttavia, ancora cancellato ogni traccia del vecchio modello. Ci sono ancora abitudini e modi di pensare che legano la famiglia del passato a quella del presente.

In primo luogo, a livello della vita quotidiana, le famiglie italiane si riuniscono sempre, per almeno un pasto al giorno, intorno allo stesso tavolo. La cena è un momento di dialogo tra genitori e figli, uno dei pochi nei quali tutti i membri della famiglia hanno la possibilità di stare insieme.

In secondo luogo, pur essendo una famiglia nucleare, non è raro che uno dei nonni paterni o materni, specialmente se è rimasto vedovo o vedova, viva in casa con uno dei figli. Anche se non in casa, in ogni modo, i nonni vivono generalmente nella stessa città di uno dei figli e sono oggetto delle cure dei familiari. Accade di rado, solo in caso di impossibilità pratica a fornir loro assistenza, che i figli chiedano il ricovero dei genitori anziani in istituti (le cosiddette "Case di riposo").

Un ulteriore elemento che lega ancora la famiglia italiana di oggi a quella del passato è lo stretto legame affettivo che rimane tra i suoi membri, anche quando questi hanno formato nuovi nuclei familiari. Gli italiani sono, per esempio, sempre pronti ad aiutare i loro parenti, specie nel campo del lavoro o nelle difficoltà economiche.

E anche se vivono lontano i membri di uno stesso gruppo familiare cercano sempre di ritrovarsi tutti insieme in occasione delle feste religiose (Natale e Pasqua) o di quelle familiari (battesimi, prime comunioni, matrimoni).

Se confrontiamo, infine, la famiglia italiana con quella americana, emerge un'ultima caratteristica del modello italiano. E' molto comune che i figli vivano con i propri genitori molto più a lungo che negli altri paesi occidentali, spesso fino ai trenta/trentacinque anni. Prima di sposarsi e di iniziare una nuova famiglia, infatti, è normale, per un giovane italiano, continuare a vivere nella stessa casa dei genitori e dipendere economicamente da loro.

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1.A tuo avviso, quanto è diversa la struttura della famiglia italiana degli ultimi trenta anni dal modello tradizionale?

2.Cosa si può inferire dalla frase “gli uomini lavoravano, mentre le donne si occupavano della casa e dell'educazione dei figli”? (linea 9)

3.Quali sono le abitudini e modi di pensare che legano la famiglia italiana del passato a quella del presente?

4.Qual’è la caratteristica del modello di famiglia italiana che emerge quando la si confronta con quella americana?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

FARE LA BADANTE È UN LAVORO E TANTE ALTRE COSE...

Chi andrebbe in casa d'altri a patire le pene del carcere solo per quella misera paga sancita dal contratto nazionale?

Nessuno, nessuna a meno di un valido motivo.

Fare la badante è un lavoro, con un datore di lavoro spesso esigente, sempre presente, sempre con il fiato sul collo (quando non è necessariamente il contrario).

Innanzi tutto, chi viene da fuori, da molto fuori, ha bisogno di un indirizzo, di un posto dove dormire, per non essere un clandestino.

Essere un clandestino non è una condizione poi così male, ma l'inverno è lungo e il freddo si fa sentire. Non sempre si mangia lontani da casa. Fare la badante non è la soluzione ma una discreta condizione. Un punto di partenza per una vita futura. Fare la badante vuol dire contare su un tetto sicuro, un indirizzo (si può anche chiedere la residenza presso il datore di lavoro) e non avere più strozzini che ti affittano un sottoscala a 800 euro mese.

Si mangia. Chi fa la badante, mangia e cucina quasi sempre piatti di suo gradimento. Il datore di lavoro è un pò costretto ad adeguarsi.

Se la cucina d'origine è un po' diversa nel frigorifero ci saranno sicuramente piatti pronti (solo da scaldare) perchè il datore di lavoro possa sentirsi ancora parte del suo vecchio buon ristorante italiano.

Non è il migliore dei lavori, si può sempre decidere di mollarlo per qualcosa di migliore ma si può anche avere molto più tempo di quello garantito dal contratto. Ci si può fare una cultura imparare qualcosa. Porre le basi per un proprio futuro più dignitoso.

Fare la badante vuol dire avere, luce, gas, riscaldamento, acqua, lavatrice e detersivi, una cucina e un frigorifero solitamente abbastanza pieno ed altri gadget, come televisione, giornali, telefono e perchè no magari anche l'ADSL assolutamente gratis. Poi c'è la paga da mandare alla famiglia e da spendere il Sabato al mercato e alla Domenica in giro.

Fondamentalmente fare la badante è un lavoro che può essere anche sottopagato ma che ha tanti benefici non del tutto trascurabili.

Porca miseria, quella che lavora dal mio vecchio, ha parlato poco meno di 10 minuti con il Marocco, usando il mio cellulare (lasciato imprudentemente sul tavolo) per la modica cifra di 25 Euro in un colpo solo.

ADSL: Linea digitale asimmetrica per l’abbonato. E’ una tecnologia che trasforma le normali linee telefoniche in linee digitali ad alta velocità

DOMANDE DI COMPRENSIONE

 

1. Cosa vuol dire “carcere” in questo contesto?

2. A cosa fa referenza la frase “chi viene da fuori, da molto fuori”, linea 7?

3. Cosa si può inferire dalla frase “Fare la badante non è la soluzione ma una discreta condizione”, linea 11?

4. Fai un elenco dei benefici che ha il fare la badante.

 

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

Osserva la coniugazione al presente dei seguenti verbi regolari in -ere:

LEGGERE

CADERE

METTERE

Io leggo

Tu leggi

Lui/Lei legge

Noi leggiamo

Voi leggete

Loro leggono

Io cado

Tu cadi

Lui/Lei cade

Noi cadiamo

Voi cadete

Loro cadono

Io metto

Tu metti

Lui /Lei mette

Noi mettiamo

Voi mettete

Loro mettono

 

PRENDERE

VEDERE

VIVERE

Io prendo

Tu prendi

Lui/Lei prende

Noi prendiamo

Voi prendete

Loro prendono

Io vedo

Tu vedi

Lui/Lei vede

Noi vediamo

Voi vedete

Loro vedono

Io vivo

Tu vivi

Lui/Lei vive

Noi viviamo

Voi vivete

Loro vivono

 

 


ATTIVITÂ

 

 Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

 Registra nella BITACORA le attività realizzate

 

ESERCIZI.

ESERCIZIO 1 (IL POSSESSIVO)

ESERCIZIO 2 (USO CORRETTO - ARTICOLO)

ESERCIZIO 3 (RISPONDERE CON POSSESSIVO)

 LE PROFESSIONI

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/152.html

CHE LAVORO FAI?

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson04/lesson4-page1.html

COSA FA LUI/LEI?

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson04/lesson4-page2.html

LUI FA L’INSEGNANTE

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson04/lesson4-page4.html

PROFESSIONI

http://www.youtube.com/watch?v=aGqBK6hpOxY

IL LAVORO

http://www.oggi-domani.com/site/lessons/lesson04/lesson4-page3.html

LE PROFESSIONI

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/152.html

http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/352.html

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

 

V A L U T A Z I O N E

 

 Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-4.aspx

 

 VIDEOTUTORIAL

 

TRONCAMENTO O APOCOPE: Il troncamento è la eliminazione di una vocale o di una sillaba alla fine di una parola.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/el-apocope-o-troncamento.html

 

 

 

 

……… Unità 5/9 ………

 

 

 U N I T    5

 

TEMA:

 

 

IN ALBERGO

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà diverse espressioni appropriate per chiedere informazione e sistemarsi in albergo.

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

ASCOLTO

 

In Albergo

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-5.htm

 

IN ALBERGO

Giorgia: Buongiorno! È disponibile una camera tripla?
Addetto alla ricezione: Buongiorno! Adesso controllo. Allora. Sì, è disponibile! Quanti giorni?
Veronica: Cinque giorni. La colazione è inclusa nel prezzo?
Addetto alla ricezione: Sì, tutti i giorni. È disponibile anche la televisione in camera.
Giorgia: Ok! Quando possiamo sistemare le valigie in camera?
Addetto alla ricezione: Anche subito. Prego, queste sono le chiavi! Camera n° 7.
Giorgia e Manuela: La ringraziamo! Dove è l'ascensore?
Addetto alla ricezione: Sulla vostra destra.
Veronica e Manuela: Di nuovo grazie.
A più tardi!
Addetto alla ricezione: Arrivederci!

VIDEO: IN ALBERGO

http://www.youtube.com/watch?v=jLrYtwc_0LY

 

VOCABOLARIO

 

VIDEO: L’ALBERGO

http://www.youtube.com/watch?v=NN8bHns2gpw

L’ALBERGO

ITALIANO

SPAGNOLO

L'ARRIVO

Llegada

L'ASCIUGAMANO

Toalla

IL BAGNO

Baño

LA CAMERA SINGOLA

Habitación sencilla

LA CASSAFORTE

Caja fuerte

LA DOCCIA

Ducha

L'ENTRATA

Vestibulo

IL FATTORINO

Botones

I LETTI GEMELLI

Camas sencillas

IL PERSONALE

Personal

IL PIANTERRENO

Primer piso

SERVIZIO IN CAMERA

Servicio a la habitacion

LA SVEGLIA

Despertador

PRENOTARE

Reservar

FARE IL CHECK-OUT

Registrar salida

DISTURBARE

molestar

PENSIONE COMPLETA

Pensión completa

IL BED AND BREAKFAST

Cama y desayuno

L'ASCENSORE

Ascensor

IL BAGAGLIO

Equipaje

LA CAMERA DOPPIA

Habitación doble

LA CANCELLAZIONE

Cancelación

LA CHIAVE

Llave

DONNA DELLE PULIZIE

Ama de llaves

IL FACCHINO

Conserje

LA LAVANDERIA

Lavanderia

LA PARTENZA

Salida

IL PIANO

Piano

LA PRENOTAZIONE

Reserva

LO SPORTELLO

Recepción

IL VOUCHER

El volante

FARE IL CHECK-IN

Registrarse

DEPOSITARE

Depositar

RESTARE

Permanecer

MEZZA PENSIONE

Media pensión

L'ALBERGO

Pensión

 

FRUTTE e VERDURE

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/ifruit.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

 L’ALBERGO

Delle Rose B&B

Il B&B “Delle Rose” …..situato in pieno centro storico a Conegliano Veneto. Un locale pratico, confortevole ed economico. Dista solo 200 metri dalla stazione ferroviaria e tutti i mezzi di trasporto e servizi pubblici. Tre camere arredate con cura e qualità, provviste di televisione e cassaforte, due bagni in comune, un’accessoriata cucina ed un grazioso e silenzioso salotto con una assortita libreria, sono a disposizione degli ospiti, faranno sì che le vostre esigenze siano esaudite e renderanno il vostro soggiorno… piacevole e rilassante. La cura dei particolari, l’armonia e l’accoglienza dei proprietari, saranno un punto gradevolissimo per l’ospite che soggiorna, creando un senso di relax e benessere.

Descrizione:

Si possono, inoltre, avere ogni genere di informazioni, circa: Prezzi, Parcheggi, e... una risposta ad ogni genere di vostro quesito.

  • Posizione centralissima;
  • Distanza dalla stazione ferroviaria e taxi: 150 metri;
  • Distanza dalla stazione degli autobus: 200 metri;
  • In pieno centro storico e praticissimo per raggiungere qualsiasi posto pubblico o attività commerciale;
  • Camere tranquille e ben arredate fornite di televisione a colori;
  • Cassaforte privata;
  • Asciugacapelli;
  • Culla per bambini a disposizione gratuitamente;
  • Due bagni in comune forniti di doccia, bidet ed ogni altro comfort da toilette;
  • Predisposizione per allarme/chiamata notturna in tutte le camere;
  • Vano soggiorno fornito di una assortita libreria e curiosità;
  • TV color;
  • Video-registratore
  • Mobile bar;
  • Cucina predisposta e fornita di ogni tipo di elettrodomestico;
  • La piccola colazione al mattino è di tipo continentale e..... facoltativa;
  • Servizio lavatrice e/o lavanderia;
  • Servizio baby sitter;
  • Riscaldamento centralizzato;
  • Informazioni turistiche a livello nazionale;
  • Assistenza per l’organizzazione di gite e spostamenti a piacimento;
  • Servizio consulenza;
  • Servizio biciclette e deposito;

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1. Cosa si può dedurre dalla parola “pratico”, linea 1?

2. Cosa crea un senso di relax e benessere?

3. Cosa manca nella lista alla fine del testo, per essere il tuo albergo ideale e spiega perchè?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

Guarda il seguente video e rispondi alle domande.

VIDEO: L'albergo più piccolo che porta bene agli sposi (0:40)

“Una sola stanza e un letto matrimoniale circondato da specchi, statue e affreschi: è l'albergo più piccolo del mondo e si trova nella città tedesca Amberg. Costruito nel 1728, per anni ha avuto un ruolo singolare nella vita della città. Una legge ai tempi stabiliva che le coppie potevano sposarsi solo se possedevano una proprietà. Allora un imprenditore ha avuto l'idea di prendere questa mini casa e venderla temporaneamente ai giovani in procinto di sposarsi. Una volta celebrato il matrimonio la casa veniva lasciata libera per la coppia successiva. Ora è un albergo molto in voga per i viaggi di nozze anche grazie all'antica leggenda secondo cui chi passa qui la prima notte di matrimonio non si lascerà mai più”.

http://lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?p=1&IDmsezione=18&IDalbum=32883&tipo=VIDEO#mpos

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1. Qual’è la origine di questo albergo?

2. Cosa dice l’antica leggenda?

3. Cosa pensi di questa leggenda?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/



CONTENUTI GRAMMATICALI

 

Osserva la coniugazione al PRESENTE dei seguenti verbi regolari in -ire:

DORMIRE

APRIRE

PARTIRE

 Io dormo

 Tu dormi

 Lui/Lei dorme

 Noi dormiamo

 Voi dormite

 Loro dormono

 Io apro

 Tu apri

 Lui/Lei apre

 Noi apriamo

 Voi aprite

 Loro aprono

 Io parto

 Tu parti

 Lui /Lei parte

 Noi partiamo

 Voi partite

 Loro partono

  Altri verbi che si coniugano allo stesso modo: coprire, divertire, offrire, partire, sentire.

CAPIRE

PULIRE

FINIRE

 Io capisco

 Tu capisci

 Lui/Lei capisce

 Noi capiamo

 Voi capite

 Loro capiscono

 Io pulisco

 Tu pulisci

 Lui/Lei pulisce

 Noi puliamo

 Voi pulite

 Loro puliscono

 Io finisco

 Tu finisci

 Lui/Lei finisce

 Noi finiamo

 Voi finite

 Loro finiscono

 

  Altri verbi che si coniugano allo stesso modo: costruire, preferire, pulire, spedire, unire

Aggettivi Qualificativi:

Osserva attentamente!

una valigia marrone

delle valigie marroni

un signore simpatico

dei signori simpatici

 

 

GLI AGGETTIVI POSSESSIVI

Gli aggettivi possessivi indicano l’appartenenza di una cosa o persona ad una o più persone.

 

AGGETTIVI POSSESSIVI

Maschili

Femminili

Mio, miei

Tuo, tuoi

Suo, suoi

Nostro, nostri

Vostro, vostri

Loro

Mia, mie

Tua, tue

Sua, sue

Nostra, nostre

Vostra, vostre

Loro

 

 

Gli aggettivi possessivi concordano in genere e numero col nome a cui si riferiscono e generalmente sono preceduti dall’articolo:

Il mio libro

La tua borsa

Il suo quaderno

Le nostre macchine

I vostri telefoni

Le loro giacche

 

Con i nomi di parentela al singoalre non si usa l’articolo davanti al possessivo:    

Mio padre

Tuo fratello

Tua zia

Mio nipote

Mia nonna

Mia madre

 

Mentre al plurale ci vuole l’articolo:

I tuoi fratelli                

Le mie zie

I miei nipoti

I miei cugini

I mie genitori

Le mie nonne

 

I possessivi alla terza persona plurale (il loro, la loro) prendono semore l’articolo, anche al singolare:

Il loro padre

La loro cugina

I loro genitori

 

 

 

ATTIVITÂ

 

 Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

Registra nella BITACORA le attività realizzate

 LE VERDURE: http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/151.html

ESERCIZIO: http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/150.html

L’IMPICCATO (el ahorcadito)

http://www.saberitaliano.com.ar/juegos/hangman/03.html

     ESERCIZIO: : I possessivi

     ESERCIZIO:  I possessivi

     ESERCIZIO:  I possessivi

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

 

 Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-5.aspx

 

VIDEOTUTORIAL

 

LA PUNTEGGIATURA: I segni di punteggiatura hanno lo scopo di ricostruire le pause, l’intonazione e le variazioni di tono che si sentirebbero in un discorso.
http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/la-puntuacion.html

 

 

 

……… Unità 6/9 ………

 

 

U N I T    6

 

TEMA:

 

 

NELLA STANZA

 

 

OBIETTIVO:

 

 Lo studente imparerà i nomi dei principali campi della vita quotidiana come la casa e le stanze.

 

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

ASCOLTO

 

 NELLA STANZA

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-6.htm

 

Veronica: Che bella stanza!
Manuela: Hai ragione! Ci sono anche la scrivania ed una sedia!
Giorgia: Io sistemo gli abiti nell'armadio. C'è molto spazio anche per i vostri abiti!
Veronica: Guardate! Dalla finestra si vede una parte del Duomo!
Manuela: Bello! Faccio subito una foto!
Veronica: Io adesso vado a farmi una doccia! Anche il bagno è molto grande.
Giorgia: Avete voglia di andare a fare un giro turistico della città?
Manuela/Veronica: Sì!
Giorgia: OK, aspettiamo Veronica e poi usciamo!

 

 

VIDEO: LA CAMERA

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-22.htm

 

VOCABOLARIO

 

VIDEO: LA STANZA/ CAMERA

http://www.youtube.com/watch?v=NGQN2nVx2F4&feature=channel

LA STANZA

 

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/ihouse2.html

 

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

COMPRARE CASA, REGOLE E CONSIGLI

Comprare casa resta una tappa nella vita, un obbietivo per molti giovani e l’independenza per i singoli. La crescita costante dei prezzi sugli immobili e dei conseguenti mutui però, scoraggia spesso a fare questo passo.

Di certo acquistare una casa, resta un’investimento a dispetto dei soldi che si spendono per gli affitti, che sono diventati alti a dismisura. Questo anche perché sono sprovvisti di una regolamentazione o un’imposizione statale che ne blocchi il massimo annuo in base anche ai metri quadrati, quindi, oltre a pagare mensilmente quanto una possible rata del mutuo, c’è la beffa che non siamo nemmeno padroni di casa e mai lo saremo. Cercare quindi la “casa perfetta” diventa quasi un compito a casa: proviamo allora a determinare dei punti fondamentali da tenere a mente per l’acquisto dell’immobile.

1. SCEGLIERE LA ZONA: assodato che le cittá sono diventate ormai invivibile sia nel piano monetario che sulla qualitá della vita, conviene puntare alle periferie, alle zone limitrofe al luogo di lavoro o comunque restare alle porte della cittá, magari in mezzo al verde. Da considerare certamente come cardine della ricerca della casa sono:

-La vicinanza ai mezzi di trasporto pubblici;

-La distanza di supermercati, i centri commerciali e i negozi di prima necessitá.

E per le giovani coppie, oltre alle cose menzionate, c’è da prendere in considerazione la distanza della casa rispetto a scuole o giardinetti pubblici per una futura prole da accudire.

2. SCEGLIERE IL TIPO DI CASA: quella di “seconda mano”: i primi consigli pratici validi per le case giá costruite e vecchie magari di qualche anno è:

-Verificare l’esposizione della casa rispetto al sole, alla luce che potrebbe avere durante la giornata;

-Considerare lo stato degli impianti idraulici, di riscaldamento, quelli elettrici ed eventuali attacchi per la TV, degli infissi, dei pavimenti e dei sanitari (che consigliamo di cambiare comunque sempre) e della situazione dello stabile in generale. Questo per evitare spese consistenti subito dopo l’acquisto di casa;

-A questo bisogna sommare le spese per eventuali lavori di ampliamento o disposizione delle stanze;

-Lggete il regolamento condominiale ed informatevi sulle spese annue e sulle straordinarie eventualmente ancora da pagare per l’anno stesso. Fattevi dare la planimetria per controllare in Comune com’è stata registrata al catasto, se corrisponde la metratura, e verificare eventuali carichi pendenti sull’immobile. Per acquistare un usato sono davvero tante le cose da prender in considerazione per non “incappare in fregature”.

Per quelle nuove bisogna invece tener conto di ponderare bene le parole che vi dicono le agenzie immobiliari, e di seguito vi spiegherò nel dettaglio i motivi. Fatevi sempre dare più informazioni possibili e poi verificatele.

- Cosa di prima importanza sono i metri quadri che le agenzie dicono ai compratori, spesso maggiori rispetto a quelli che sono in realtá. Per questo vi può aiutare la planimetria dell’immobile e il capitolato stesso della casa nel quale potete verificare anche i materiali usati per costruirla compresi piastrelle, sanitari e quant’altro.

Da una parte il vantaggio delle case in costruzione è che, rispetto al capitolato, se possono chiedere delle variazioni per le rifiniture comprese nel prezzo: parlo di piastrelle, box doccia e sanitari, piuttosto che porte e quant’altro. Il rovescio della medaglia però, è ovviamente ogni variazione è extracapitolato e quindi ha un costo a parte;

-La maggior parte delle imprese edili poi preferiscono eseguire da sè i lavori extracapitolato, non permettendo che l’acquirente compri e stalli in privato. Questo comporta spese più onerose rispetto a quanto potremmo fare privatamente;

-Conviene andare spesso in cantiere (quando è permesso) per rendesi conto passo dopo passo dei progressi della casa in costruzione. Anche cercare di avere “occhio clinico” su ogni cosa che può risultare differente rispetto al capitolato, o che viene rotta, scheggiata o danneggiata. Fatelo subito presente all’impresa che è tenuta al ripristino del danno.

a)la villetta a schiera: se costa poco attenzione al capitolato. Per prima cosa bisogna fare attenzione alla tendenza delle agenzie  immobiliari, in conseguenza alla politica dei costruttori di immobile, di proporre villette con giardino a prezzo ridotto a seguito di una costruzione con un piano in seminterrato. Ho esperienza in prima persona di una cosa del genere. In pratica l’agenzia mi aveva detto che era un affare acquistare una villetta con giardino a poco prezzo ma con soggiorno, cucina e un bagno in seminterrato. Spieghiamo che il seminterrato ha una altezza tra i 2,40 mt e i 2,50mt e nasce come taverna, magazzino, o mansarda, quindi il costruttore deve chiedere un’autorizzazione al Comune per poter adibire ciò che nasce come magazzino ad uso abitativo: quindi deve chiedere l’abitabilitá. Ma tralasciando il fatto che a talune persone può piacere avere un soffitto basso, c’è da considerare la posizione in cui rimane tale piano. Come dice la parola stessa “in seminterrato” e qui si può capire che metá appartamento è posto al di sotto della strada.Se intorno alla casa c’è un grande giardino allora si potrebbe anche ovviare alla cosa, ma se il giardino è ridotto o inesistente bisogna fare molta attenzione alla vicinanza delle stanze a parcheggi o strade in quanto si abbassa parecchio la qualitá abitativa, oltre che alla privacy, e considerare anche la necessaria istallazione di sistemi antifurto. Quindi a conclusione di quanto detto finora ecco perchè la cosa essenziale è farsi dare sempre il capitolato dell’abitazione.

b)il loft: questo tipo di appartamento nasce in America. La sua particolaritá l’ambiente unico: niente porte, o pareti che separano gli ambienti. Adatto sicuramente a singoli e non a coppie, in genere ha costi elevati visto la posizione generalmente centrale considerando che si tratta spesso di locali posti in residence con un’ampia metratura.

c)monolocali, bilocali: ovviamente sono appartamenti che partono da uno o più ambienti. Generalmente il monolocale ha un soggiorno con cucina a vista e un bagno. Ma si possono trovare anche monolocali con camera da letto separate o con balcone. Per le altre tipologie di appartamento citate nel titolo vale la nomenclatura stessa della parola. Si suddividono a seconda degli ambiente che vi si trovano. Per una giovane coppia un bilocale potrebbe essere un giusto compromesso per non spendere il patrimonio e vivere comodi anche con un figlio in arrivo. Da tener conto che ormai è consuetudine ricavare più stanze da un appartamento con pochi metri quadrati. Quindi parlo di avere magari due bagni e un ripostiglio ma due camere da letto strette e poco pratiche. Valutate bene se questo conviene rispetto che avere due stanze grandi e spaziose con un bagno solo e niente ripostiglio.  

c)case in corte: un tempo erano quelle di cascina, con cortile e dove gli inquilini del condominio diventavano una “famiglia” data la disposizione degli appartamenti e gli ambienti comuni. Oggi la corte piace molto e questo ha spinto gli architetti a costruirne di nuove, oltre a ristrutturare quelle di un tempo. La casa in corte è composta da pochi appartamenti anche monolocali, e possibilitá di avere all’interno camini e autorimesse. Per questa tipologia di abitazioni bisogna tener conto della struttura della corte stessa: un balcone/corridoio che passa per tutta la corte, quindi percorrendo tutte le entrate degli appartamenti o parte di essi. Questo è di proprietá comune ed è passaggio per tutti. Disagio da considerare in quanto parte delle finestre di ciascun appartamento si affaccia sul corridoio ad altezza uomo, non tutelando molto la privacy dei condomini. (Articolo di Ileana Cortellessa per Informagiovanitalia)

   DOMANDE DI COMPRENSIONE

1.Cosa scoraggia le persone quando cercano di acquistare una casa?

2.Oltre a scegliere la zona e il tipo di casa, quale altro punto fondamentale, second te, si deve tenere a mente?

3.A cosa ci servono la planimetria e il capitolato quando si sta acquistando una casa o appartamento?

4.A che cosa fa referenza la frase “si abbassa parecchio la qualitá abitativa”, linea 86?

5. Qual’è la tua casa ideale: una villetta a schiera, un loft, un monolocale, una casa in corte o altro, e perchè?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

 

VIDEO: COSA STAI FACENDO?  -STO GUARDANDO LA TV.

http://www.youtube.com/watch?v=1mIKJrpCN2M&feature=mfu_in_order&list=UL

 

C’È/CI SONO: Indicano una quantità non sempre definitia.

 

Singolare

c’è un gatto sull’albero

Plurale

Ci sono tanti negozi nelle vie del centro

 

VIDEO: VERBI MODALI (Dovere, Volere, Potere)

http://www.youtube.com/watch?v=1mIKJrpCN2M&feature=mfu_in_order&list=UL

 

DOVERE

VOLERE

POTERE

ANDARE

Io devo

 Tu devi

 Lui/Lei deve

 Noi dobbiamo

 Voi dovete

 Loro devono

Io voglio

 Tu vuoi

 Lui/Lei vuole

 Noi vogliamo

 Voi volete

 Loro vogliono

Io posso

 Tu puoi

 Lui/Lei può

 Noi possiamo

 Voi potete

 Loro possono

Io vado

 Tu vai

 Lui/Lei va

 Noi andiamo

 Voi andate

 Loro vanno

 

L’IMPERATIVO: Si usa per dare ordini o comandi; corresponde al presente indicatico. Esempio: Sii buono! Fai il bravo! Non dirlo a nessuno! Di la verità! Abbiate pazienza! Dormite!

 

 

L’IMPERATIVO

Guarda! Ascolta! Dormi! Studia!

Venga! Parli! Dica!

Leggete! Uscite! Correte! Sedetevi!

 

Imperativo dei verbi Mangiare, credere, partire:



MANGIARE

CREDERE

PARTIRE

(Tu) mangia

(Noi) mangiamo

(Voi) mangiate

(Tu) credi

(Noi) crediamo

(Voi) credete

 

(Tu) parti

(Noi) partiamo

(Voi) partite

 

 

Imperativo dei verbi Essere e Avere:

 

ESSERE

AVERE

(Tu) sii

(Noi) siamo

(Voi) siate

(Tu) abbi

(Noi) abbiamo

(Voi) abbiate

 

Nota:

L’imperativo alla prima persona plurale (noi) non esprime un ordine ma piuttosto un’esortazione. Esempi:

Mangiamo una bella pizza!

 

Quando si trata di un commando negative, soprattutto a carattere generale, si usa l’infinito: Esempio:

Non fumare! Non disturbare! Non toccare!

 

 

 

A T T I V I T Â

 

Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

Registra nella BITACORA le attività realizzate

ESERCIZI

LA CASA: http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/153.html

ESERCIZIO: L'imperativo

 

ESERCIZIO: L'imperativo

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

 

 Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-6.aspx

VIDEOTUTORIAL

 

L’USO DELLA MAIUSCOLA: Una volta l’uso della maiuscola seguiva delle regole abbastanza rigide, attualmente chi scrive ha una maggiore possibilità di scegliere quando usare un’iniziale maiuscola o minuscola.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/el-uso-de-la-mayuscula.html

 

 

……… Unità 7/9 ………

 

 

U N I T    7

 

TEMA:

 

 

PER LA CITTÂ

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà diverse espressioni appropriate per chiedere e dare indicazioni, per girare per la città e anche per fare acquisti nei negozi.

    

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

ASCOLTO

 

 Per la Città

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-7.htm

 

PER LA CITTÀ

Manuela: Prendiamo l'autobus per andare al Duomo?
Giorgia:
Sì, mi sembra la soluzione migliore! Voi sapete dov'è la fermata dell'autobus?
Veronica: No. Però potremmo chiedere ad un passante.
Manuela: Mi scusi, sa dirmi dov'è la fermata dell'autobus numero 25?
X: Sì, è alla fine di questa via, sulla sinistra, prima del semaforo.
Manuela: Grazie mille! Buongiorno.

SHOPPING

Veronica: Andiamo a fare un giro per i negozi?
Giorgia: Sì, adoro fare shopping! Poi mi serve un ombrello, ho dimenticato di portarlo con me in vacanza.
Manuela: Bene, allora si va!
Giorgia: Sono indecisa tra quello rosa e quello verde. Mi aiutate a scegliere?
Manuela: A me piace quello rosa. Veronica, a te quale piace?
Veronica: Anche a me piace quello rosa.
Giorgia: Allora mi avete convinto, lo prendo!

 

VIDEO: IL SONDAGGIO (problemi della città) http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-4.htm

V O C A B O L A R I O

 

VIDEO: IN CITTÀ – L’OSPEDALE

http://www.youtube.com/user/italianpod101#p/c/39E9F0B123F4AA8A/3/1D4eUg_QbY0

 MEZZI DI TRASPORTO

http://www.oneworlditaliano.com/vocabolario-italiano/mezzi-di-trasporto.htm

VIDEO: VEICOLI (macchina, autobus, aeroplano)

http://www.youtube.com/watch?v=7-JnL88Oxz0&feature=related

7.6. VIDEO: I MEZZI DI TRASPORTO

L’automobile

Il Treno

Il Pullman (autobus)

La Nave

Il Traghetto

L’Aereo

La Bicicletta

Lo Scooter

La Gondola

http://www.youtube.com/watch?v=eSajs8-pE1o

 VIDEO: QUANDO PARTE L’AUTOBUS PER ..?

http://www.youtube.com/watch?v=Wu39a_h7HV8

I MEZZI DI TRASPORTO

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/itransport.html

I VESTITI

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/iclothes.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

MILANO: LA METROPOLITANA (LA METRO)

Vado in Metro : Senza ombra di dubbio, a Milano, il  mezzo di trasporto più economico ed ecologico è la metropolitana. Usare i mezzi pubblici al posto delle autovetture, contribuisce a ridurre l'emissione dei gas di scarico che aumentano l'inquinamento dell'aria.

Con la metro si possono raggiungere tutte le zone di maggior interesse, è comoda e pratica e i treni circolano con frequenze elevate dalle 6 di mattina fino all'una di notte.

Sicurezza : Il livello di sicurezza è abbastanza elevato, si segnalano solamente degli scippi che possono essere evitati nascondendo con cura i propri oggetti di valore. Alle donne raccomandiamo tenere le borse ben chiuse e a vista d'occhio e di fare attenzione a girare da sole di notte. Esiste un corpo di Polizia Specializzato, la "Polmetro" che gira nelle vetture e ha sede nella fermata di San Babila.

La Rete Metropolitana Milanese si estende per 75 km di cui 50 nel territorio comunale di Milano, e 25 nei comuni dell'interland milanese, con un totale di 88 stazioni. Attualmente, la rete metropolitana si compone di 3 linee:

- Linea M1 Rossa da Sesto 1° Maggio a Rho Fiera/Bisceglie

- Linea M2 Verde da Abbiategrasso a Cologno Nord/Gessate

- Linea M3 Gialla da San Donato a Maciachini

Linea M1 : La linea 1, o linea rossa, è stata la prima linea ad essere costruita; il primo tratto di 12 km di lunghezza da Lotto a Sesto Marelli, fu inaugurato il 1º novembre 1964. Attualmente la linea 1 termina in direzione nord-est al capolinea di Sesto 1° Maggio FS, nel comune di Sesto San Giovanni. Dopo avere attraversato il centro di Milano, toccando piazza Duomo ed il Castello Sforzesco (fermata Cairoli), la linea si biforca e prosegue verso nord-ovest (con capolinea Rho Fiera, presso il nuovo polo fieristico nel comune di Rho) e verso sud-ovest (con capolinea Bisceglie). Stazioni principali : Duomo, Loreto, Lotto Fiera 2, Cairoli.

Linea M2 : La linea 2 o linea verde. Il primo tratto, tra Caiazzo e Cascina Gobba, venne aperto nel dicembre 1969. La linea si estende verso la periferia orientale della città, biforcandosi in due rami presso la stazione di Cascina Gobba: un ramo si dirige verso est, fino al capolinea di Gessate; l'altro ramo si dirige per tre fermate verso nord-est nel comune di Cologno Monzese (capolinea a Cologno Nord). Nell'altra direzione, la linea si dirige verso sud fino al capolinea di Abbiategrasso (la piazza omonima, non il comune). Sono in corso i lavori per la realizzazione di un'ulteriore diramazione verso sud interamente in superficie, che da Famagosta raggiungerà il Forum di Assago. La M2 ha fermate in corrispondenza con sette stazioni ferroviarie della città: Lambrate, Centrale, Porta Garibaldi, Garibaldi Passante, Cadorna, Porta Genova e Romolo. Stazioni principali : Loreto, Cadorna, Milano Centrale FS, Porta Genova.

Linea M3 : La linea 3 o linea gialla, il primo tratto è stata aperto tra la stazione Centrale e il Duomo, nel 1990 in occasione dei mondiali di calcio. La percorrenza della linea è in direzione nord-sud, senza diramazioni. Il capolinea nord è attualmente (2010) Maciachini, mentre a sud la linea termina a San Donato, ai confini fra Milano e il comune omonimo. Stazioni principali : Duomo, Montenapoleone, Repubblica, Porta Romana.

Tariffe Metropolitana

Biglietto urbano ordinario : 1,00 euro

Carnet urbano 10 viaggi : 9,20 euro

Abbonamento urbano giornaliero : 3,00 euro

Biglietto andata e ritorno per Rho Fiera Milano : 4,00 euro

Biglietto da Rho Fiera a Milano : 2,00 euro

Collegamenti per Malpensa : I pullman Gran Turismo Malpensa Shuttle collegano ogni 20 minuti Milano Stazione Centrale con Malpensa. I Malpensa Shuttle collegano anche, direttamente, i due aeroporti di Linate e Malpensa e fermano in entrambi i terminal di quest'ultimo. In occasione di eventi fieristici, tutti i Malpensa Shuttle fermano, a richiesta, alla Fiera di Milano che è quindi raggiungibile, comodamente ed economicamente, direttamente dall'aeroporto di Malpensa. I biglietti sono acquistabili direttamente dagli autisti degli autobus. La partenza si trova sulla sinistra della stazione scendendo le scale, in piazza Luigi di Savoia.
Biglietto intero tratta Malpensa - Milano o viceversa 7.50 €

Biglietto intero tratta Malpensa – Milano Andata e ritorno 12.00 €

Biglietto intero tratta Malpensa – Linate o viceversa 13.00 €

 

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1.A cosa contribuisce l’utilizzo dei mezzi pubblici di trasporto?

2.A cosa fa referenza l’espressione “con frequenze elevate”, linea 6?

3.Qual’è stata la prima linea ad essere costruita?

4. Loreto, Cadorna, Milano Centrale FS, e Porta Genova, sono stazioni principali di quale linea?.

5.Quale linea non ha diramazioni?

SCRIVI LE TUE DOMANDE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

 

VIDEO: NEL TEMPO LIBERO

Leggo spesso

Dormo sempre

Non cucino mai

Guardo la TV ogni tanto

Ascolto sempre la musica

Suono spesso la chitarra                  

Non lavo mai I piatti

Vado spesso al cinema

Non faccio mai i compiti

Faccio le pulizie ogni tanto              

http://www.youtube.com/watch?v=1mIKJrpCN2M&feature=mfu_in_order&list=UL

 

 

INDICAZIONI DI LUOGO:

A SINISTRA, A DESTRA: Il museo è in fondo, a sinistra

DAVANTI/ DI FRONTE A: Il bar è davanti al parco

DIETRO IL/LA: La stazione è dietro la piazza.

A FIANCO A: La cartoleria e afianco al supermercato.

TRA IL/LA... ED IL/LA: La chiesa è tra la piazza ed il campo sportivo.

 

 

Mi PIACE: si dice per esprimere una preferenza:

Mi piace il cioccolato

Ti piacciono i cani?

A lui piace viaggiare.

 

MI SERVE:

A me          serve una mappa di Milano

A te servono degli occhiali

Le serve riposare.

 

 

A me/mi

A te/ti

A lui/gli oppure a lei/le

A noi/ci

A voi/vi

A loro/gli

piace/piacciono

 

                       serve/servono

 

 

 

ATTIVITÂ

 

Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

Registra nella BITACORA le attività realizzate

VIDEO: CINZIA A NAPOLI

http://www.youtube.com/user/italianpod101#p/u/3/pkApvc-djNw

ESERCIZI: I VESTITI: http://www.saberitaliano.com.ar/ejercicios/155.html

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

 

Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-7.aspx

 

VIDEOTUTORIAL

 

LO IATO, IL DITTONGO E IL TRITTONGO: Un gruppo di due o più vocali che si pronuncia con una sola emissione di voce, si chiama dittongo e trittongo, quando invece due vocali vicine vengono pronunciate con due emissioni di voce si ha lo iato.  
Questo video spiega come riconoscere uno iato, un dittongo e un trittongo o quando i gruppi di vocali non appartengono a queste categorie.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-ortografia/el-hiato-el-diptongo-y-el-triptongo.html

 

 

 

…… Unità 8/9 ………

 

 

 

U N I T    8

 

TEMA:

 

 

ASPETTANDO VERONICA

 

 

OBIETTIVO:

 

 Lo studente imparerà diverse espressioni utilizzate per parlare in modo appropriato di esperienze e fatti avvenuti nel passato.

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

 

 ASCOLTO

 

 ASPETTANDO VERONICA

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-8.htm

 

Manuela: Giorgia, hai visto Veronica?
Giorgia: È entrata in un negozio circa mezzora fa.
Manuela: Ti ha detto qualcosa?
Giorgia: Sì, abbiamo deciso di incontrarci alle 6 davanti alla fontana, ma ancora non si è vista.
Manuela: Eccola!
Veronica: Scusate, vi ho fatto aspettare? Ho avuto fame e sono entrata un attimo in un bar.

 

VIDEO: UNA TELEFONATA INASPETTATA

http://aulafacil.com/Italiano_video_2/Curso/Lecc-5.htm

 

VOCABOLARIO

 

LA CITTÀ

http://www.oneworlditaliano.com/vocabolario-italiano/la-citta.htm

 AL RISTORANTE

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/irestaurant.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

Leggi il seguente testo e rispondi alle domande.

LUOGHI DI INTERESSE

Montepulciano

Montepulciano, si trova  a cavallo tra la val d’orcia e la val di chiana e trae le sue origini dal popolo etrusco. E’ il più celebre borgo medievale della zona, è possibile visitare numerose cattedrali, la piazza principale in cui è situato il Duomo e dove recentemente hanno girato il secondo episodio della saga cinematografica di Twilight. Montepulciano è famosa come Pienza per alcuni dei suoi prodotti enogastronomici ma soprattutto per le sue rinomate cantine produttrici di vino tra i quali il più celebre Nobile di Montepulciano e Vin Santo. I principali luoghi di interesse culturale sono  il Duomo di Montepulciano, l’Abbazia di San Biagio, Palazzo Nobili Tarugi e la casa del poeta Poliziano.

Pienza

Pienza è il centro più rinomato della val d’orcia, per la bellezza del suo centro storico rinascimentale nel 1996 Pienza è entrata a far parte dei Patrimoni naturali, artistici, culturali dell'UNESCO, seguita poi nel 2004 dalla stessa zona valliva in cui sorge: la Val d'Orcia. Gran parte del rilevante patrimonio storico-artistico di Pienza si concentra nella suggestiva piazza dedicata al pontefice Pio II, personalità che tanto ha dato alla cittadina, cercando di farne la sua "città ideale" del Rinascimento. Principali luoghi di interesse sono il Duomo di Pienza, Palazzo Piccolomini e il Monastero di Sant’Anna in Caprena.

Orvieto

La città di Orvieto si trova nella parte sud-occidentale dell' umbria al confine con il Lazio ed è uno dei comuni più estesi d’italia. nominata, probabilmente, Volsinii Veteres (la disputa sul nome di questa città etrusca non si è ancora conclusa, ma questo sembra il più attendibile) sorgeva nei pressi di un famoso santuario etrusco, Fanum Voltumnae, meta ogni anno degli abitanti dell'Etruria che vi confluivano per celebrare riti religiosi, giochi e manifestazioni. I principali luoghi di interesse della città di Orvieto sono il Palazzo Papale che ospita oggi il museo archeologico nazionale, il Duomo nella piazza principale, il museo dell’opera del Duomo e la chiesa di San Giovenale.

Arezzo

A soli 45 minuti da Chianciano Terme troviamo Arezzo, principale città etrusca nel cuore della Val di Chiana, la città dell’oro. Arezzo sorse in epoca pre-etrusca in una zona abitata fin dalla preistoria, come dimostra il ritrovamento di strumenti di pietra e del cosiddetto "uomo dell'Olmo", risalente al Paleolitico. Al periodo etrusco risalgono opere d'arte di eccezionale valore, come la Chimera, oggi conservata a Firenze, la cui immagine caratterizza talmente la città quasi da diventarne un secondo simbolo. Arezzo diede i natali a numerosi uomini di cultura tra cui Francesco Petrarca, Giorgio Vasari, San Leone Magno e Roberto Benigni. Nel quadro delle rievocazioni storiche, di cui il centro Italia è ricco, si colloca la Giostra del Saracino. Ripristinato in rievocazione storica nel 1931, la Giostra del Saracino si corre ad Arezzo nella Piazza Grande il penultimo sabato di giugno in notturna e la prima domenica di settembre in edizione diurna. Nella giostra si sfidano i 4 quartieri della città: Quartiere di Porta del Foro, Porta Crucifera, Porta S.Andrea e Porta S.Spirito I principali luoghi di interesse sono la Cattedrale, la Chiesa di San Domenico, la basilica di San Francesco e il santuario di Santa Maria delle Grazie.

Firenze

La fondazione di Firenze risale al periodo romano, ma esistono prove che Firenze fosse già stata occupata nel periodo preistorico. Nella parte più vecchia della città si possono vedere le impronte di queste origini romane, della Firenze colonia di Cesare. Per difesa, la città fu costruita all'interno della confluenza di due fiumi: l'Arno e il Mugnone, dove erano stanziate le popolazioni precedenti. L'arte italiana ha generato un grandissimo interesse e coinvolgimento in tutto il mondo per le sue opere monumentali e spettacolari. L'arte in Italia è quasi sempre stata collegata alle correnti intellettuali e/o religiose dei suoi tempi, traendo una continua fonte di ispirazione dal suo meraviglioso passato. Firenze viene chiamata la capitale dell'arte; se facciamo riferimento alle statistiche prodotte dall' UNESCO, il 60% delle opere d'arte più importanti del mondo si trova in Italia e circa metà di queste sono a Firenze.Dal Tredicesimo al Sedicesimo secolo a Firenze si è avuta una fonte apparentemente interminabile di capolavori creativi e di genii italiani. Sono nati a Firenze sia Dante che Michelangelo. Qui il Boccaccio scrisse il suo 'Decamerone'. Il Rinascimento italiano, il periodo culturale più ricco d'Europa, iniziò a Firenze quando Brunelleschi finì il Duomo, con la sua enorme cupola. Il museo più famoso a Firenze è quello degli Uffizi che ospita opere di Botticelli, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Tiziano e Rubens. Altri meravigliosi musei d'arte sono Palazzo Pitti, la Galleria dell'Accademia e Palazzo Vecchio.

Perugia

Celebre città d'arte ricca di storia e monumenti, è un rilevante polo culturale ed economico e meta di numerosi turisti e studenti. È sede di una delle più antiche Università degli Studi della penisola (fondata nel 1308), oltre che della maggiore Università per stranieri d'Italia. Perugia sembra costruita su una sola collina, ma in realtà sono due: il colle del Sole e quello dei Landoni. La massima depressione tra le due alture si estende dal fosso di Santa Margherita, a est, al fosso della Cupa, a ovest. In epoca etrusca si scelse quest'area in quanto ricca d'acqua, ma presto ci si accorse che il terreno era anche piuttosto franoso. Con la battaglia di Sentino (295 a.C), Perusia e gran parte dell'Umbria entrano nell'orbita romana, pur conservando la propria lingua (l'uso dell'etrusco è documentato in città fino a tarda età repubblicana), ed una limitata autonomia municipale. La città si mantenne fedele a Roma durante la II guerra punica dando rifugio ai romani dopo la tragica sconfitta nella Battaglia del Lago Trasimeno nel 217 A.C. a città di Perugia è la nona tra le 27 città decorate con Medaglia d'Oro come "Benemerite del Risorgimento nazionale"per le azioni patriottiche che ebbero luogo nella città nel periodo risorgimentale. La Fontana Maggiore (1275-1278) è uno dei principali monumenti della città e di tutta la scultura medievale.

DOMANDE DI COMPRENSIONE

1.Cosa significa la frase “si trova a cavallo tra”? (linea 1, Montepulciano)

2.Quali sono in principali luoghi d’interesse a Montepulciano?

3. Perchè ragione Pienza è entrata a far parte dei patrimoni naturali, artistici, culturali dell'UNESCO?

4.Cosa è una giostra? (linea 12, Arezzo)

5.Perchè Firenze viene considerata la capitale dell’arte?

6.Qual’è la tua opinioe su Perugia?

SCRIVI LE TUE RISPOSTE QUI:

 

BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

CONTENUTI GRAMMATICALI

 

 

IL PARTICIPIO:

è un modo impersonale. Ne esistono due forme: Presente e Passato.

 

IL PARTICIPIO PRESENTE:

insegnante, pesante, mediante, amante, credente, dormiente

 

IL PARTICIPIO PASSATO: serve per formare I tempi composti de un verbo:

Ho letto tantissimi libri. Ieri siete state al mare? I miei genitori sono partiti stamane.

 

IL PASSATO PROSSIMO INDICA:

-un’azione trasacorsa da poco

-un’azione trascorsa da tanto tempo con effetti anche nel presente

-un’esperienza di vita

-un’azione passata in un periodo di tempo non ancora trascorso del tutto.

 

Il Passato prossimo si forma con:

AVERE/ESSERE AL PRESENTE + PARTICIPIO PASSATO verbo principale    

 

Esempi:

Dopo pranzo Mirto ha letto il giornale.

(azione passata avvenuta poco tempo fa)

 

Quest’anno siamo andati in vacanza a Firenze.

(quest’anno è ancora in corso)

 

Hai studiato all’estero?

(un’esperienza di vita)

 

Sono stata a Parigi due anni fa

(un’esperienza di vita)

 

Oggi, Luigi e Simona hanno fatto la spesa

(oggi non è ancora finito)

 

Sono uscita dall’università mezz’ora fa

(azione passata avvenuta poco tempo fa)

 

Sono sposato da 15 anni

(sono ancora sposato, rapporto con il presente).

 

 

 

MANGIARE

CREDERE

io ho mangiato

 tu hai mangiato

 lui/lei/Lei ha mangiato

 noi abbiamo mangiato

 voi avete mangiato

 loro/Loro hanno mangiato

 

io ho creduto

 tu hai creduto

 lui/lei/Lei ha creduto 

 noi abbiamo creduto

 voi avete creduto

 loro/Loro hanno creduto

 

 

 

 

PARTIRE

io sono partito/a

 tu sei partito/a

 lui/lei/Lei è partito/a

 noi siamo partiti/e

 voi siete partiti/e

 loro/Loro sono partiti/e

 

 

 

AVERE

ESSERE

io ho

 tu hai

 lui/lei/Lei ha

 noi abbiamo

 voi avete

 loro/Loro hanno

io sono

 tu sei

 lui/lei/Lei è

noi siamo

 voi siete

 loro/Loro sono

 

Alcuni participi irregolari:

VERBI

PARTICIPIO PASSATO

RIMANERE
VENIRE
FARE
LEGGERE
METTERE
PRENDERE
VEDERE

rimasto/a
venuto/a
fatto
letto
messo
preso
visto

 

 

ESPRESSIONI DI TEMPO:

Domani vado al mare.
E' entrata in un negozio circa mezzora fa.

LE ESPRESSIONI DI TEMPO in italiano sono:

L' ALTRO GIORNO

Indica un giorno passato da poco, che rimane indefinito, e si userà con un tempo passato.

Es: L' altro giorno ho incontrato Andrea al supermercato.

LA SETTIMANA SCORSA

Indica la settimana appena conclusa, rispetto a quella in cui ci troviamo. Si userà con un tempo passato.

Es: La settimana scorsa sono andata a Roma

 

LA SETTIMANA PROSSima

Indica la settimana seguente a quella in corso e si userà con un tempo presente o futuro.

Es: La settimana prossima ci sarà l' esame.

IL MESE SCORSO

Indica il mese appena trascorso rispetto a quello in corso, quindi se adesso siamo a febbraio, significa che stiamo parlando di gennaio. Si userà un tempo passato.

Es: Il mese scorso ho cambiato lavoro.

IL MESE PROSSIMO

Indica il mese seguente rispetto a quello in corso, quindi se adesso siamo a febbraio, significa che ci stiamo riferendo a marzo. Si userà un tempo presente o futuro.

Es: Il mese prossimo inizia la primavera.

L' ANNO SCORSO

Indica l' anno precedente a quello in corso e si userà un tempo passato.

Es: L' anno scorso mi sono laureata.

L' ANNO PRossimo

Indica l' anno seguente a quello in corso e si userà un tempo presente o futuro.

Es: L' anno prossimo devo cambiare casa.

POCO
MEZZORA

 

FA

Indica un periodo appena trascorso.

Es: Poco fa ho parlato con Carla.

ADESSO - ORA - IN QUESTO MOMENTO

Indica un periodo ancora in corso.

Es: Marta in questo momento sta studiando.

TRA / FRA

 

UN GIORNO
UNA SETTIMANA
UN MESE
UN ANNO
POCO
UN PO'

Indicano un periodo successivo a quello in corso e si userà un tempo presente/futuro.

Es: Fra una settimana nascerà il figlio di Barbara e Luca.

TUTTO IL GIORNO

Indica la continuazione di un' azione per un giorno intero. Si può usare col presente/ passato/ futuro.

Es: Oggi ho lavorato tutto il giorno.

TUTTA LA NOTTE

Indica la continuazione di un' azione per una notte intera. Si può usare col passato e con il futuro.

Es: Sono stata tutta la notte in ospedale.

TUTTO/A

 

LA SETTIMANA
IL MESE
L' ANNO

Indica la continuazione di un' azione per una settimana, un mese, un anno consecutivo. Si può usare col presente/ passato/ futuro.

Es: Starò fuori tutta la settimana.

 

I PRINCIPALI AVVERBI DI TEMPO italiani sono:

PRIMA

Indica l' anteriorità di un' azione rispetto ad un' altra.

Es: Prima di andare a lavorare, faccio la spesa.

DOPO

Indica la posteriorità di un' azione rispetto ad un' altra.

Es: Dopo essere andato alla posta, sono passato in banca.

 

IERI

Indica il giorno precedente a quello in cui "ci troviamo", quindi se oggi è il 27, ieri era il 26, perciò useremo un tempo passato (passato prossimo o imperfetto).

Es: Ieri sono andata al cinema.

AVANT'IERI

Indica il giorno prima di ieri.

Es: Avant'ieri sono andata al mare.

OGGI

Indica il giorno in cui ci troviamo. Si usa il tempo presente, passato o futuro.

Es: Oggi vado/sono andata/andrò dal parrucchiere.

DOMANI

Indica il giorno successivo a quello in cui ci troviamo, quindi se oggi è 27, domani sarà il 28. Si usa il tempo presente o futuro.

Es: Domani vado/andrò a far la spesa.

DOPODOMANI

Indica il secondo giorno successivo a quello in cui ci troviamo, quindi se oggi è 27, dopodomani sarà il 29. Si usa il tempo presente o futuro.

Es: Dopodomani è/sarà domenica.

STAMATTINA

Indica la mattina del giorno in cui ci troviamo. Si userà il presente, passato o futuro, a seconda dell' ora del giorno in cui siamo.

Es: Stamattina compro/ho comprato/comprerò la carne.

STASERA

Indica la sera del giorno in cui ci troviamo. Si userà il presente, passato o il futuro, a seconda dell' ora del giorno in cui siamo.

Es: Stasera vado/sono andata/andrò a mangiar la pizza.

STANOTTE

Indica la notte del giorno in cui ci troviamo. Si userà il presente, passato o il futuro, a seconda dell' ora del giorno in cui siamo.

Es: Stanotte vado/andrò/sono andata a ballare

 


A T T I V I T Â

 

Qui puoi praticare ciò che hai appena imparato.

Registra nella BITACORA le attività realizzate

 

ESERCIZI

     ESERCIZI:  IL PASSATO PROSSIMO

     ESERCIZI:  IL PASSATO PROSSIMO

     ESERCIZI: IMPERFETTO O PASSATO PROSSIMO

PASSATO PROSSIMO

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-exercises-verbs/italian-exercises-perfect-tense.aspx

PASSATO PROSSIMO - VERBO STARE

http://www.oneworlditaliano.com/english/italian-exercises/italian-exercises-verbs/italian-exercises-perfect-tense-verb-to-stay.aspx

 BITACORA: http://alvaroitaliano1.blogspot.com/

 

VALUTAZIONE

 

Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/esercizi-corso-di-italiano/corso-di-italiano-8.aspx

 

VIDEOTUTORIAL

 

I PRONOMI PERSONALI SOGGETTO: I pronomi personali soggetto indicano le diverse persone, animali o cose  che compiono o ricevono un’azione.  
Questo video spiega quali sono, come si utilizzano e quando è obbligatorio utilizzarli.

http://www.grammaticaitaliana.net/es/la-morfologia/pronombres-personales-sujetos.html

 

 

 

……… Unità 9/9 ………

 

U N I T    9

 

TEMA:

 

 

CHE TEMPO FA?

 

 

OBIETTIVO:

 

Lo studente imparerà i nomi dei principali campi della vita quotidiana come il clima, le temperature e le stagioni.

 

 

COMPRENSIONE AUDITIVA

 

ASCOLTO

 

Che tempo fa?

http://www.oneworlditaliano.com/corso-di-italiano/corso-di-italiano-9.htm

 

CHE TEMPO FA?

Veronica: Buongiorno ragazze! Sono le 7.30 e stamattina è una splendida giornata!
Giorgia: Che bello! Possiamo uscire in giro per la città tutto il giorno!
Manuela: Ieri non era bello. La pioggia improvvisa ha rovinato i nostri piani.
Giorgia: Pazienza, per fortuna oggi c'è il sole, caldo e luminoso, e neanche una nuvola!
Veronica: Io propongo di andare a visitare il Duomo. È una cattedrale molto antica, famosa in tutto il mondo!
Manuela/Giorgia: Ok, facciamo una buona colazione e alle 9.00 usciamo!

 

 

VIDEO: IL TEMPO – Brutta giornata

http://aulafacil.com/Italiano_video_1/Curso/Lecc-14.htm

VOCABOLARIO

 

IL TEMPO ATMOSFERICO:

È una splendida giornata! Il sole splende!
Sole: splendere- brillare

Ieri è piovuto! Giorgia ha paura del temporale!
Pioggia: piovere

Il vento è forte, le nuvole in cielo corrono veloci!
Vento: soffiare

La temperatura segna 0°, forse stanotte nevica.

Neve: nevicare, (cadere)

 

VIDEO: IL TEMPO

http://www.youtube.com/watch?v=vNRJtpor184&feature=channel

 

VIDEO: L’INVERNO

http://www.youtube.com/watch?v=TMjeSksQp1Q&feature=channel

 

IL CLIMA

 

 

ITALIANO

SPAGNOLO

L'ACQUAZZONE

Llovizna

LA PIOGGIA

Lluvia

PIOVERE

Llover

IL NEVISCHIO

Aguanieve

ZUPPO

Empapado

LA FOLATA DI VENTO

Ráfaga

LA TEMPESTA

Tormenta

LA TEMPESTA DI NEVE

Tormenta de nieve

IL TUONO

Trueno

IL FULMINE

Relámpago

LA NUVOLA

Nube

LA NEBBIOLINA

Niebla

LA NEBBIA

Niebla, bruma

LA FOSCHIA

Bruma

LA BREZZA

Brisa

LA SICCITÀ

Sequía

LA RUGIADA

Rocío

SOTTO ZERO

Bajo cero

L'INONDAZIONE

Inundación

IL CLIMA

Clima (tropical)

BOLLENTE

Caluroso

CALDO

Templado

PESANTE

Muy caluroso

BELLO, SERENO

Bueno

AFOSO

Templado y húmedo

CHIUSO, COPERTO

Nublado, cubierto

FREDDO

Frío

IL DILUVIO

Diluvio

PIOGGIA TORRENZIALE

Lluvia torrencial

GRANDINARE

Llover con granizo

LE GRANDINE

Granizo

LA NEVE

Nieve

NEVICARE

Nevar

LA FANGHIGLIA

Nieve derretida

IL GHIACCIO

Hielo

L'ONDATA DI CALDO

Ola de calor

LLONDATA DI FREDDO

Ola de frío

IL VENTO

Viento

LA VENTATA

Ráfaga de viento

IL MULINELLO

Torbellino

IL URAGANO

Huracán

IL TORNADO

Tornado

PREVISIONI DEL TEMPO

Pronóstico del tiempo

SOPRA ZERO

Sobre cero

FREDDISSIMO

Muy frío

FREDDOLOSO

Demasiado frío

GELIDO

Muy frío

NEBBIOSO

Nebuloso

NUVOLOSO

Nublado

PIOVOSO

Lluvioso

SECCO

Seco

SOLEGGIATO

Soleado

UMIDO

Húmedo

VENTOSO

Ventoso

 

 

VIDEO: GLI ANIMALI

Il cavallo, La mucca, Il cane

Il gatto, Il serpente, La farfalla

Il pesce, Il maiale, L’orso

La pecora, Gli uccelli, Lo squalo

Il leone, La tigre                

http://www.youtube.com/watch?v=gkxNZzhoVa8&feature=channel

 

GLI ANIMALI

http://www.saberitaliano.com.ar/vocabulario/ianimals.html

 

COMPRENSIONE DI LETTURA

 

(VIDEO) Mal tempo:  ancora neve e freddo al Nord d’Italia (1:41)

Guarda il video e completa le seguenti frasi:

1. Trenta centimetri di ………………………..…………… Milano.

2. Disagi nella ………………………………………….…….. chiuse. 

3. Anche in Liguria …………………………….………… .. nevicate.

4. A Milano …………………………………………………..….  neve.

5. Ieri in tarda ………………………………………….……… neve.

6. I mezzi …………………………………………………..…. ritardi.